Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2015

PSICOANALISI E FAVOLE

LE FAVOLE DELLA PSICOANALISI Accanto all’inconscio personale, inteso come rimosso e sede dei complessi, Jung individuava un inconscio collettivo composto da archetipi, che sono i modi con i quali funziona la psiche in profondità. Se tali funzioni (funzioni più che immagini perché precedono la loro formazione) invadono la coscienza senza un filtro possono risultare numinosi, ossia far vivere esperienze intense e significati; altrimenti danno luogo a fenomeni dissociativi e distruttivi. E’ nella fiaba come nel sogno che gli archetipi irrompono e danno forma alle rappresentazioni. La fiaba (più che la favola) racconta il percorso attraverso il quale la mente giunge alla sua maturazione, liberandosi dai complessi che la mettono alla prova (gli ostacoli, le lotte, le sfide), attraverso la funzione archetipica (un oggetto magico nelle storie o un feticcio animato nella vita del bambino) che invece di annientarla finisce per fortificarla. La sequenza è piuttosto lineare e ordinata. Nella f

SULLE UNIONI CIVILI (INTERVISTA DEL MONDO ESPANSO DEI ROMANZI GAY)

intervista a  A cura di Francesco Sansone Ringraziando gli autori e i critici del Mondo Espanso  L'intervista completa alla pagina  ilmondoespansodeiromanzigay